Fashion Instagram

venerdì 19 novembre 2010

"La settima onda" di Daniel Glattauer (continuazione de "le ho mai raccontato del vento del Nord")

Libri che finiscono quando tutto inizia.

Soddisfazione ed insoddisfazione che si mischiano, era da tanto che non mi sentivo così.
Ma questa volta il finale c'è ed è chiaro, quel che non mi è chiaro è se mi è piaciuta o meno questa conclusione, forse devo dormirci sopra.

Tutto è iniziato qualche ora fa, ho visto il libro sul letto e non ho saputo resistere.
All'inizio ho provato a pensare forte "NON INIZIARLO, POI SAI CHE NON TI STACCHI", a quel punto ho letto il retro, poi l'ho aperto ed ho letto il segnapagina di destra, poi sono passato a quello di sinistra, ed ormai era troppo tardi per tornare indietro.
L'ho letto tutto d'un fiato, e-mail dopo e-mail, dialogo dopo dialogo, pagina dopo pagina, per un secondo sembrava di esser tornati al primo libro, ma ammetto che le emozioni erano meno forti, le mie non di certo le loro.
Sarà che sapevo già cosa aspettarmi, lo stile è sempre quello, il modo di scrivere non è cambiato, mi ha trasmesso qualcosa in meno, come tutte le seconde parti dei libri.
Forse quando un libro è perfetto bisogna lasciarlo così com'è, o forse una terza parte può esser meglio di una seconda.
Nel complesso in ogni caso non mi sento minimamente di bocciarlo, mi ha tenuto compagnia, mi ha emozionata (meno del primo, ma sono pur sempre emozioni) insomma è comunque un libro da leggere.
Ora però vorrei una continuazione o forse no. Dubbio... forse è questa la parola più adatta.
Di una cosa sono certa, questo libro mi ha appassionata tanto perché comprendo in pieno la protagonista, totalmente, presa da una passione virtuale che non vuole svanire, diventa quasi ossessione, non si può fare a meno di provarle tutte.
Disinnamorarsi di un viso, di un corpo, di una persona è più facile che cancellare le parole che ci hanno fatto innamorare.
Ovviamente il finale non è uguale per tutti, ma il percorso è sempre lo stesso, le parole che arrivano al cuore prima della persona ed un incontro che conferma tutto quello che già si sapeva, anche perché vedersi è una formalità quando si è convinti che i sentimenti possano superare qualsiasi altra cosa, quando le parole sono sicuramente più forti di tutto quello che sta fuori.


Sono stata super professionale oggi, letto e recensito in poche ore... Se solo fossi così brava anche con i libri dell'università!

Laura Marsiglio

20 commenti:

  1. Fai cagare a consigli...

    RispondiElimina
  2. ma soprattutto pensi che la gente le legga sul serio e gli interessino le stronzate che propini???

    RispondiElimina
  3. Stranamente le persone che offendono non si firmano mai, facile restando anonime sparare a zero su quello che fanno gli altri, meno facile metterci la faccia e scrivere delle cose su un blog.

    Comunque se credi che io scriva cazzate perchè passi di qui a leggere e commentare?
    Nessuno ti obbliga a leggere... in ogni caso tengo conto di quel che dici e quindi ti chiedo... HAI QUALCHE BEL CONSIGLIO DA DARMI? così magari posso scrivere cose che interessino anche a te.

    In ogni caso se risulterà che a nessuno interessa e che nessuno legge, prima o poi smetterò di scrivere.

    RispondiElimina
  4. Il mio consiglio, del tutto personale, è che devi proprio smettere di scrivere, o cmq farlo solo per te stessa cercando di migliorare. Il tuo problema è che unisci ad argomenti da 5a Elementare, l'abilità a scrivere del mio fratellino che ha 7 anni.

    RispondiElimina
  5. Il fatto che tu non sappia scrivere in italiano mi dà da pensare! Grazie comunque

    RispondiElimina
  6. Non vedo errori di grammatica nel mio commento, cmq per cortesia dimmi pure quali sono i miei strafalcioni.

    RispondiElimina
  7. Il tuo problema è che unisci argomenti da 5a elementare, l'abilità a scrivere del mio fratellino che ha 7 anni.

    L'abilità DI scrivere!!! È un unico pensiero, ci vuole una congiunzione non una virgola!
    E suonerebbe meglio in questo modo: il tuo problema é che i tuoi argomenti sono da quinta elementare ed oltretutto scrivi come mio fratello (che ha sette anni). / li esponi come il mio fratellino di sette anni.

    Certo che per farsi dare lezioni di grammatica e sintassi da me... Bisogna esser proprio messi male.
    Però mi impegno ed aggiungo che è molto più fine scrivere i numeri in lettere invece che in cifre, almeno se devi scrivere un tema lo sai...

    La prossima volta che vuoi dar lezioni di scrittura e contenuto fai scrivere i messaggi al tu fratellino ;)
    Ora direi che ti ho già dato troppa importanza e troppe lezioni. Buona continuazione.

    RispondiElimina
  8. A differenza del cafone/a che ha commentato sopra maleducatamente, direi che sarei quasi tentata di leggerlo pure io ;)

    Continua a fare blog, la cattiveria è ovunque, non ti preoccupare!

    RispondiElimina
  9. Che se ne parli bene o se ne parli male.. L'importante è che se ne parli!

    RispondiElimina
  10. Continua a dare i tuoi consigli,l'importante è che hai una testa piena di concetti da parlare e proporre.

    RispondiElimina
  11. Grazie Nayra, sono contenta di vedere che ad alcune persone il mio blog piace.

    Appena dato la seconda parte dell'esame mi rimetto a scrivere.

    RispondiElimina
  12. Gentile LookAround@hotmail.it
    Ho appena finito di leggere il libro,mi è piaciuto ma forse era meglio anche per me non dare un seguito,nonostante abbia sperato quando ho letto il primo che la storia avesse un lieto fine,ma è comunque pur sempre un bel libro che si legge tutto d'un fiato,dove parteggi quando per l'uno quando per l'altra.....
    Un unico rimpianto ma perchè io non ricevo mai queste meravigliose email?
    ps
    Continua a scrivere il tuo blog mi piace moltissimo

    RispondiElimina
  13. Grazie Cinzia, mi fa piacere che il mio blog ti piaccia, so che è passato tanto tempo, ma magari ti farà piacere sapere che non sono scomparsa in un buco nero, ho un nuovo piccolo progetto emozionante a cui sto dedicando anima e corpo.
    Una web radio, così mi si potrà sentire, a cui ovviamente ho legato un blog, così mi si potrà anche leggere.
    Ma tornando al libro, anche io speravo nel lieto fine, ma non saperlo mi faceva stare in qualche modo bene, non avevo la certezza che lei avrebbe mollato tutto per un altro, c'è comunque di mezzo un legame e dei figli.
    Però questo scambio di mail era proprio appassionante, non si poteva che tifare per loro!!!

    già, a chi non piacerebbe ricevere questo genere di mail? ma ovviamente nella vita reale queste belle cose non accadono mai...

    RispondiElimina
  14. Oggi ho scritto anch'io qualcosa sull'argomento, ed il tuo blog mi e' stato segnalato da uno dei miei commentatori al quale e' piaciuto il tuo articolo, soprattutto quando scrivi
    "Disinnamorarsi di un viso, di un corpo, di una persona è più facile che cancellare le parole che ci hanno fatto innamorare.
    Ovviamente il finale non è uguale per tutti, ma il percorso è sempre lo stesso, le parole che arrivano al cuore prima della persona ed un incontro che conferma tutto quello che già si sapeva, anche perché vedersi è una formalità quando si è convinti che i sentimenti possano superare qualsiasi altra cosa, quando le parole sono sicuramente più forti di tutto quello che sta fuori."


    E' interessante conoscere pareri diversi su una storia che nel complesso a me e' piaciuta molto per come e' stata ideata, per come e' scritta e perche' rispecchia esattamente certe dinamiche che esistono nelle relazioni virtuali.

    Per quanto riguarda l'anonimo di cui sopra che ti insulta; anche lui rispecchia esattamente certe dinamiche: quelle degli imbecilli. :-)

    RispondiElimina
  15. Ora sono curiosa di sapere la tua storia, quindi passo sul tuo blog a leggerla.
    Sono onorata, una persona che segnala il mio blog è inaspettata, ma molto piacevole!

    guarda questi anonimi hanno sempre motivi personali per scrivere e parlare, io non ci faccio nemmeno più caso!

    RispondiElimina
  16. Forse certi anonimi sono poveri innamorati respinti. Quale blogger donna non ha mai avuto problemi di tal genere?
    Ci sono persone che hanno di questi atteggiamenti scontati e che non riescono a comportarsi diversamente da come la volpe si comporta con l'uva.

    RispondiElimina
  17. "Un unico rimpianto ma perchè io non ricevo mai queste meravigliose email?"

    Forse perchè non sei una musa ispiratrice o semplicemente perchè incontri cafoni ignoranti come l'anonimo di cui sopra.

    RispondiElimina
  18. è un peccato che alcuni devono criticare il lavoro altrui,quanta intolleranza e chiusura di mente!Non ci vuole molto a capire che, se un blog o qualsiasi cosa nella vita non ti piace,puoi benissimo cercare diletto altrove. Invece di agitarsi e preoccuparsi in quel modo per la sorte e gli argomenti di questo blog, consiglio arduamente di riflettere piuttosto sulle proprie mancanze...
    In quanto alla creatrice del blog i miei complimenti! sicuramente si può fare di meglio e penso proprio che tu sia sulla buona strada! In più mi è piaciuto come hai affrontato la critica :con coraggio e voglia di migliorare !

    RispondiElimina
  19. grazie mille, spero priorio di riuscire a far di meglio!
    Purtroppo la mancanza di tempo mi crea qualche problema e qualche intoppo!
    Ma se hai qualche consiglio è sicuramente ben accetto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...